Regione del Veneto

Le bici sorpassano le auto


logo stati generali biciclettaINCREDIBILE, MA VERO!
E' notizia di questi giorni che nel 2011 la vendita di biciclette ha superato quella di automobili. Un sorpasso del genere non accadeva dal dopoguerra. I tempi stanno decisamente cambiando, la bicicletta oltre a rimetterci in movimento dopo anni e anni a poltrire sulle sedie degli uffici e sui divani davanti alla tv, non richiede nessun costo, se non quello minimo di manutenzione. Alla faccia dei prezzi della benzina in continuo aumento, quindi, nel 2011 si sono registrate 1.750.000 bici vendute contro 1.748.143 auto immatricolate.
Ovviamente la crisi gioca un ruolo importante nella flessione delle immatricolazioni. Inoltre il prezzo della benzina è salito a dismisura: tra carburante, assicurazione e manutenzione, Federconsumatori ha calcolato che ogni anno si spendono mediamente 7.000 euro per l’automobile. Quindi non solo si comprano più bici ma, secondo il quotidiano La Repubblica, gli italiani hanno riscoperto anche il restauro, vale a dire il recupero di vecchi modelli che da anni giacevano nelle cantine o nei garage. Un dato che si aggira intorno ai 200mila pezzi. Con una spesa di 100-150 Euro, si possono mettere a nuovo le bici. Peraltro abbiamo la fortuna di godere di un clima che ci permette di pedalare per lunghi periodi dell’anno senza temere gelo o pioggia, rispetto alle città del Nord Europa.
È il momento di valutare attentamente il cambiamento.

Un segnale incoraggiante nella settimana che vedrà centinaia di persone incontrarsi a Reggio Emilia il 5 e 6 ottobre per gli Stati Generali della Bicicletta e della Mobilità Nuova organizzati da A.N.C.I. (Associazione Nazionale Comununi Italiani), #salvaiciclisti, Legambiente e F.I.A.B. (Federazione Italiana Amici della Bicicletta).
Gli Stati Generali della Bicicletta, che intendono dare impulso alla mobilità dolce e sostenibile in alternativa a quella individuale e motorizzata, rappresentano un appuntamento imperdibile per affrontare alcune delle criticità principali dei nostri centri urbani. Chiamando a raccolta amministratori, esperti del settore, associazioni e cittadini, l’obiettivo cardine dell’incontro è quello di riportare la mobilità urbana, vero e proprio indicatore di civiltà e qualità della vita di una società, al centro del discorso generale della sostenibilità. Valorizzando l’utilizzo delle due ruote a pedali, verranno proposte soluzioni che siano finalmente competitive rispetto all’uso/abuso dell’automobile e che favoriscano l’uso della bicicletta come “mezzo di trasporto quotidiano”, sicuro, sostenibile, accessibile e dinamico.

(Fonti: www.tgcom24.mediaset.it, www.classmeteo.com, www.zeronegativo.org, www.mondoecoblog.com, quotidiano La Repubblica).

(Mercoledì 3 Ottobre 2012)

torna all'inizio del contenuto