Regione del Veneto

6. Rifiuti


Questa sezione è suddivisa a seconda della tipologia di rifiuti considerata:
 
  • RIFIUTI SOLIDI URBANI (RSU)
rifiutiLa gestione ed il controllo del servizio di raccolta dei Rifiuti Solidi Urbani (R.S.U.) e la gestione dell’Ecocentro (o Centro Attrezzato per la Raccolta Differenziata - C.A.R.D.)  sono affidate al Consorzio per i servizi di Igiene del Territorio del Bacino TV1 (C.I.T.), che si avvale operativamente della Società controllata SAVNO s.r.l. Pertanto ogni richiesta di informazione, segnalazione o lamentela su tali servizi deve essere effettuata agli uffici competenti di SAVNO s.r.l.

Sono incluse negli R.S.U. le seguenti tipologie di rifiuti:

- Rifiuti domestici, anche ingombranti, provenienti da locali e luoghi adibiti ad uso di civile abitazione;
- Rifiuti non pericolosi provenienti da locali e luoghi adibiti ad usi diversi da quelli del primo punto, assimilati ai rifiuti urbani per qualità e quantità;
- Rifiuti provenienti dalla pulitura delle strade;
- Rifiuti di qualunque natura o provenienza, giacenti sulle strade ed aree pubbliche o sulle strade ed aree private comunque soggette ad uso pubblico o sulle spiagge marittime e lacuali e sulle rive dei corsi d'acqua;
- Rifiuti vegetali provenienti da aree verdi, quali giardini, parchi e aree cimiteriali;
- Rifiuti provenienti da esumazioni ed estumulazioni, nonché gli altri rifiuti provenienti da attività cimiteriale.

Ecco alcuni documenti di carattere generale che inquadrano le corrette modalità di riciclaggio degli R.S.U. e che forniscono informazioni, consigli e spunti molto utili a tutti per gestire i propri rifiuti:
Presentazione del nuovo servizio di raccolta rifiuti "Porta a porta spinto" (pdf - 2,93 MB)
A proposito di... compostaggio domestico (pdf - 3 MB)
Io faccio la differenza...e tu? (pdf - 8,69 MB)
Consigli per un Natale sostenibile (doc - 46 kB)

Per visionare i Regolamenti Consortili vigenti per la gestione dei rifiuti si rinvia alla pagina web relativa del portale istituzionale del Consiglio di Bacino Sinistra Piave.

Per scaricare il CALENDARIO dei servizi porta a porta e per l'identificazione delle diverse zone per la raccolta del vetro indicate dal calendario visita la sezione dedicata al Comune di Pieve di Soligo all'interno del sito web di SAVNO s.r.l..
 

  • RIFIUTI SPECIALI
rifiuti specialiSono Rifiuti Speciali le seguenti tipologie di rifiuti:

- Rifiuti da attività agricole e agro-industriali;
- Rifiuti derivanti dalle attività di demolizione, costruzione, nonché i rifiuti che derivano dalle attività di scavo, fermo restando quanto disposto dall'art. 186 del D.Lgs. 152/2006;
- Rifiuti da lavorazioni industriali;
- Rifiuti da lavorazioni artigianali;
- Rifiuti da attività commerciali;
- Rifiuti da attività di servizio;
- Rifiuti derivanti dalla attività di recupero e smaltimento di rifiuti, i fanghi prodotti dalla potabilizzazione e da altri trattamenti delle acque e dalla depurazione delle acque reflue e da abbattimento di fumi;
- Rifiuti derivanti da attività sanitarie;
- Macchinari e le apparecchiature deteriorati ed obsoleti;
- Veicoli a motore, rimorchi e simili fuori uso e loro parti;
- Combustibile derivato da rifiuti.
 
  • RIFIUTI CONTENENTI AMIANTO
amiantoI materiali contenenti amianto possono essere divisi in tre categorie:
- materiali che rivestono superfici applicati a spruzzo o a cazzuola;
- rivestimenti isolanti di tubi e caldaie;
- miscellanea di altri materiali comprendente, in particolare, pannelli ad alta densità (cemento-amianto), pannelli a bassa densità (cartoni), prodotti tessili, refrattari per caminetti e stufe.
I materiali in cemento-amianto, soprattutto sotto forma di lastre di copertura tipo "Eternit", sono quelli maggiormente diffusi.
 
  • TERRE E ROCCE DA SCAVO
terre e rocce da scavoCon il termine terre e rocce da scavo si fa riferimento al suolo scavato derivante da attività finalizzate alla realizzazione di un’opera.
Con l'entrata in vigore del DPR 120/2017 sono state ricomprese in un unico corpo normativo tutte le disposizioni relative alla gestione delle terre e rocce da scavo con particolare riferimento:

- alla gestione delle terre e rocce da scavo qualificate come sottoprodotti, ai sensi dell'articolo 184-bis, del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, provenienti da cantieri di piccole dimensioni, di grandi dimensioni e di grandi dimensioni non assoggettati a VIA o a AIA;
- alla disciplina del deposito temporaneo delle terre e rocce da scavo qualificate rifiuti;
- all'utilizzo nel sito di produzione delle terre e rocce da scavo escluse dalla disciplina dei rifiuti;
- alla gestione delle terre e rocce da scavo nei siti oggetto di bonifica.
torna all'inizio del contenuto