Regione del Veneto

Villa Brandolini ospita una antologica dell'artista incisore Livio Ceschin

Pubblicata il 09/09/2021
Dal 31/08/2021 al 24/10/2021

Sarà inaugurata sabato 11 settembre alle ore 18.30, nella splendida cornice di Villa Brandolini a Pieve di Soligo, la mostra antologica Livio Ceschin - Dimore di luce e vento - Incisioni e tecniche miste 1991-2021.
Suddivisa in cinque sezioni e composta da opere calcografiche e tecniche miste su carta, abbraccerà i primi trent’anni del suo lavoro. La mostra “itinerante” proseguirà per Liegi, ospite del Comune di Ans presso la sede espositiva del Castello di Waroux. Per entrambe le mostre sarà pubblicato un catalogo bilingue (italiano-francese). Oltre al catalogo sarà disponibile anche l’edizione generale edita da Skira con testi critici di Achim Gnann, Vittorio Sgarbi, Andrea Zanzotto e Mario Rigoni Stern e le edizioni d’arte realizzate con Andrea Zanzotto, Luciano Cecchinel e Mario Rigoni Stern. Saranno visibili anche le incisioni omaggiate ai Maestri dell’incisione come Tiepolo, Canaletto e Rembrandt, dai quali Ceschin ha attinto preziose e indispensabili lezioni di tecnica e poetica grafica.
 
Orari di apertura: venerdì e sabato 16.00-19.30 / domenica e festività 10.00-12.30/16.00-19.30
Accesso e visite guidate su prenotazione nel rispetto delle disposizioni vigenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19.
Presente l’incisore durante gli orari di apertura e su appuntamento per visite guidate
livio.ceschin@gmail.com - 338 5963313
 
La mostra promossa dall’associazione Cultura e Società - Università Adulti di Pieve di Soligo, è realizzata anche grazie al contributo della Città di Pieve di Soligo e rientra nel cartellone RetEventi Cultura 2021.
 
A corollario della mostra, mercoledì 15 settembre alle ore 18.30, sempre su prenotazione, verrà presentato il docufilm "Percorsi incisi" patrocinato dalla Regione Veneto, dalla Città di Pieve di Soligo e dalla Fondazione Benetton di Treviso. Il catalogo digitale del docufilm è disponibile al sito www.livioceschin.it alla sezione cataloghi, pag. 2. E’ un percorso nei luoghi di un paesaggio che hanno ispirato l’incisore di Pieve di Soligo fin da bambino e che ha tradotto negli anni attraverso la poesia di un segno inciso, in un paesaggio in continuo mutamento e cadenzato dalle diverse stagioni.

Categorie CULTURA

Facebook Twitter
torna all'inizio del contenuto