Comune di Pieve di Soligo

Rom, lo sterminio di ieri e l'intolleranza di oggi

Pubblicata il 21/01/2019

Il Comune di Pieve di Soligo e le Acli del Quartier del Piave in occasione della Giornata della Memoria 2019 presentano "Rom, lo sterminio di ieri e l'intolleranza di oggi". 

Tra il 1939 e il 1945 vennero uccisi oltre 500.000 zingari, vittime del nazionalsocialismo. La storia della deportazione e dello sterminio dei rom è solo sfiorata e la documentazione esistente è frammentaria e lacunosa. Eppure la loro persecuzione in epoca nazista è l'unica, oltre a quella ebraica, dettata da motivazioni esclusivamente razziali: proprio come gli ebrei, infatti, gli zingari furono perseguitati e uccisi in quanto « razza inferiore».  L'intento dell'iniziativa non è solo quello di narrare la storia dello sterminio, ma di allargare lo sguardo  per capire quanto questi eventi siano la conseguenza  di pregiudizi sociali e religiosi profondamente radicati nella società europea nei confronti dei “diversi” e di quanto, fino ai giorni nostri,  questi pregiudizi si traducano in forme di discriminazione, di esclusione, di violenze e persecuzioni.

Relatrice  del tema sarà Carla Osella originaria di Torino,  sociologa e pedagogista, pubblicista e scrittrice.

Auditorium Battistella-Moccia ORE 20.30

INGRESSO LIBERO


Categorie CULTURA

Facebook Google+ Twitter